Need help? Chat now!

Hostwinds Blog

Cerca risultati per:


Social media della CNN attaccati dall'esercito elettronico siriano Immagine in primo piano

Social media della CNN attaccati dall'esercito elettronico siriano

di: Bryon Turcotte  /  gennaio 24, 2014


Multiplo "_Social Media Siti e Blogs_" di proprietà e gestiti dalla rete di notizie del cavo (CNN) erano "violato"Giovedì 23 gennaio a cura di Esercito elettronico siriano (SEA) - un noto gruppo di attivisti, secondo un articolo pubblicato da Le notizie di hosting. Il rapporto ha indicato che un certo numero di prese sociali dei social media del broadcaster nazionale, compresa il loro account Facebook "_facebook Account Politics", CNN Twitter Pages_ "e i siti di blog per il" _politich ticker, il piombo, il gioco di sicurezza, la stanza della situazione e il crossfire_ "sono stati interessati l'attacco.

Secondo il rapporto, il mare ha registrato una dichiarazione sull'account Twitter CNN che leggi "_syrian Electronic Army era qui ... Smetti di mentire ... Tutti i tuoi rapporti sono falsi! _" - Riferendosi alle loro opinioni che le opinioni del Giant dei media sulla Siria sono prevenute. Il articolo citato un'altra affermazione che è stata pubblicata su Twitter come dicendo: "_tonight, la #sea ha deciso di vendicarsi contro la relazione variegata di # CNN che riportava a prolungare la sofferenza in # Siria._" Segnalato CNN, secondo il articolo, che tutte le dichiarazioni pubblicate dal mare sono state rimosse "_within minuti_" mentre confermando la sicurezza di tutti i loro siti.

Secondo l'articolo, successo attacchi di hacking Contro i tempi finanziari, Twitter, il New York Times, e la BBC sono stati accreditati sull'esercito elettronico siriano. Il Gruppo ha recentemente preso il merito per compromettere con successo "Blog di Office riprogettati di recente da Microsoft"Secondo un associato articolo pubblicato da Adweek.

Leggi maggiori dettagli sul recente attacchi dalla SEA negli articoli integrali pubblicati da entrambi Le notizie di hosting e Adweek.

Scritto da Bryon Turcotte  /  gennaio 24, 2014