Need help? Chat now!

Hostwinds Tutorial

Cerca risultati per:


Come associare indirizzi IP aggiuntivi a un server Fedora 20

Tag: Fedora,  Linux 

Legazione di indirizzi IP aggiuntivi in qualsiasi ambiente Linux può sembrare complicato.Tuttavia, se segui questa guida, troverai che gli indirizzi IP vincolanti a Fedora Linux sono abbastanza facili.Si prega di notare che sebbene questa guida sia scritta specificamente per Fedora, questi passaggi si applicano ad altre distro di Rhel, come i centos.

Innanzitutto, dovrai connetterti al tuo server tramite SSH o un altro metodo come VNC.Per ulteriori informazioni su come connettersi al tuo server tramite SSH, si prega di rivedere Connessione al server tramite SSH.Dovrai quindi determinare il nome dell'adattatore in uso.Questo può essere fatto eseguendo il seguente comando:

ifconfig

Dovresti vedere un'uscita simile alla seguente screenshot.Si prega di notare che il nome dell'adattatore in questo esempio è "eth0".

Una volta determinato il nome dell'adattatore, ora puoi creare i file della gamma per eventuali indirizzi IP aggiuntivi che desideri aggiungere.

Per fare ciò, dovrai creare il seguente tipo di intervallo che sostituisce Adaptername con il nome dell'adattatore precedentemente rilevato.È possibile creare questo file utilizzando il comando touch o utilizzando un editor di testo, come Nano.Per questo esempio, utilizzeremo il comando touch.

touch /etc/sysconfig/network-scripts/ifcfg-ADAPTERNAME-range0

Si prega di notare che se questo non è il tuo file di prima gamma, è necessario incrementare il numero dell'intervallo.Ad esempio, se questo fosse il tuo secondo file, il file verrà chiamato se-Adaptername-range1.

È quindi necessario modificare il file della gamma e aggiungere le seguenti righe.Puoi modificare questo file utilizzando i tuoi editor di testo Linux preferiti, come Nano o VI.Se non hai familiarità con l'utilizzo di un editor di testo in Linux, fare riferimento alla seguente guida: Come modificare i file da una shell Linux

IPADDR_START=
IPADDR_END=
CLONENUM_START=

Dovrai anche aggiungere le informazioni sull'indirizzo IP pertinenti.Per esempio:

IPADDR_START=192.168.0.2
IPADDR_END=192.168.0.254
CLONENUM_START=0

Ecco una breve spiegazione delle informazioni che devono essere inserite per ogni riga.

  • IPADDR_START
    • Il primo indirizzo IP utilizzabile nell'intervallo
  • IPADDR_END
    • L'ultimo indirizzo IP utilizzabile nell'intervallo
  • CLONENUM_START
    • Il numero iniziale per il nome dell'interfaccia con alias

Se desideri associare più intervalli, puoi farlo facilmente incrementando il numero dell'intervallo, ad esempio:

/etc/sysconfig/network-scripts/ifcfg-ADAPTERNAME-range0
/etc/sysconfig/network-scripts/ifcfg-ADAPTERNAME-range1
/etc/sysconfig/network-scripts/ifcfg-ADAPTERNAME-range2
/etc/sysconfig/network-scripts/ifcfg-ADAPTERNAME-range3

È inoltre necessario incrementare la variabile CLONENUM_START = 0 variabile nel file RACE RANGE.Dovrebbe essere il numero da avviare per quel IP, in base al numero totale di IP sul server, quindi se si è vincolanti 4x / 24, il clonenum_start sarebbe il seguente:

/etc/sysconfig/network-scripts/ifcfg-ADAPTERNAME-range0
CLONENUM_START=0
/etc/sysconfig/network-scripts/ifcfg-ADAPTERNAME-range1
CLONENUM_START=256
/etc/sysconfig/network-scripts/ifcfg-ADAPTERNAME-range2
CLONENUM_START=512
/etc/sysconfig/network-scripts/ifcfg-ADAPTERNAME-range3
CLONENUM_START=768

Scritto da Peter H  /  gennaio 1, 2017