Need help? Chat now!

Hostwinds Tutorial

Cerca risultati per:


Sommario


Installa Apache
Installa MySQL
Installa PHP
Configurazione
Crea directory per il tuo sito
Crea VirtualHost
Riavvia Apache
Carica i file del sito

Installa LAMP Stack su CentOS 7

Tag CentOS Web Panel 

Installa Apache
Installa MySQL
Installa PHP
Configurazione
Crea directory per il tuo sito
Crea VirtualHost
Riavvia Apache
Carica i file del sito

Una delle soluzioni più semplici e barebones è possibile che sia possibile per uno stack web completamente acceso e ampiamente supportato con il codice lato server e la funzionalità del database è con la pila di lampada.

Ci sono quattro componenti principali dello stack LAMP:

  • Linux: l'ambiente del sistema operativo
  • Apache: servizio webserver per gestire le richieste HTTP
  • MySQL: il motore di database
  • PHP: linguaggio di scripting che esegue lato server

Questa guida va sopra l'installazione dello stack della lampada con una configurazione di base su Centos 7 ed è destinata ai client hostwinds con un cloud VPS o un server dedicato.

Installa Apache

Per installare Apache su CentOS 7, dovrai installare il pacchetto httpd utilizzando il gestore di pacchetti yum:

yum install httpd

Dopo aver installato Apache, assicurati che venga avviato eseguendo:

systemctl start httpd

È quindi possibile impostare Apache per iniziare l'avvio in esecuzione automaticamente:

systemctl enable httpd

Installa MySQL

Per installare l'ultima versione di MySQL (al momento della scrittura di questo articolo, questa è la versione 8.0), in primo luogo, è necessario aggiungere il repo MySQL per Yum a fare riferimento:

sudo yum localinstall https://dev.mysql.com/get/mysql57-community-release-el7-11.noarch.rpm

Quindi possiamo installare MySQL:

yum install mysql-community-server

Successivamente, avvia e abilita MySQL all'avvio:

systemctl start mysqld
systemctl enable mysqld

Infine, con l'installazione, è stata fornita una password temporanea all'utente root di MySQL. Per ottenere questa password eseguire:

grep 'temporary password' /var/log/mysqld.log

Dovresti ricevere un output in questo modo:

2019-03-28T23:06:39.680264Z 1 [Note] A temporary password is generated for root@localhost: ************

Copiare o annotare la password, quindi eseguire il comando seguente per specificare una nuova password:

mysql_secure_installation

Ti verrà richiesto di fornire la vecchia password temporanea seguita da una nuova password per l'utente root.

Installa PHP

Per installare l'ultima versione di PHP (che al momento della scrittura di questo articolo è PHP 7.3), in primo luogo, è necessario installare / abilitare i repository Remi ed Epel Yum:

yum install epel-release
rpm -Uvh http://rpms.famillecollet.com/enterprise/remi-release-7.rpm

Una volta abilitato, puoi installare PHP:

yum --enablerepo=remi-php73 install php

Oppure è possibile installare la versione predefinita inclusa nella base Yum Repos (PHP 5.4) solo eseguendo Yum install php. Tuttavia, come PHP 5.4 ha raggiunto la sua fine della vita, non è in genere raccomandato di utilizzare questa versione.

Configurazione

Crea directory per il tuo sito

Avremo bisogno di una posizione per archiviare i file per il sito.La posizione predefinita per i siti è / var / www /, quindi creiamo una sottodirectory lì per il nostro sito:

mkdir /var/www/example.com

Quindi creiamo sottodirectory specificamente per i file rivolti al nostro sito e una directory per contenere registri per il nostro sito.

mkdir /var/www/example.com/public_html
mkdir /var/www/example.com/logs

Crea VirtualHost

Per rendere il tuo sito accessibile pubblicamente utilizzando Apache, è necessario creare una configurazione di Apache VirtualHost.

Innanzitutto, naviga verso la cartella /etc/httpd/conf.d/ e crea un nuovo file .conf per il tuo sito (I.e. example.com.conf).Quindi aggiungere i seguenti dettagli di configurazione al file, sostituire 'example.com' con il tuo dominio.

<VirtualHost *:80>
  ServerName example.com
  ServerAlias www.example.com
  DocumentRoot /var/www/example.com/public_html
  ErrorLog /var/www/example.com/logs/error.log
  CustomLog /var/www/example.com/logs/requests.log combined

  # OPTIONAL
  # Enables directory listing when no index file is found
  <Directory /var/www/example.com/public_html>
    Options +Indexes
  </Direcotry>
</VirtualHost>

Nome del server e ServerAlias specificherà quali domini sono impostati per utilizzare questa configurazione. In questo esempio, abbiamo il dominio di base e il sottodominio www.

DocumentRoot Specifica la posizione della cartella in cui è possibile trovare i file del sito.Questa dovrebbe essere la cartella creata per memorizzare i file del tuo sito nel passaggio precedente.

ErrorLog e CustomLog specificare i file di registro per eventuali errori o richieste di accesso. Questi dovrebbero andare nella directory di registro creata nel passaggio precedente.

Il tag visualizzato è facoltativo e consente di elencare i contenuti della directory invece di fornire un errore 403 quando non viene trovato alcun file indice. Il percorso specificato nel tag dovrebbe corrispondere al DocumentRoot.

Riavvia Apache

Per ricaricare Apache con questa nuova configurazione in posizione, eseguire:

apachectl restart

Se ciò ti dà errori, ricontrollare il file di configurazione e i percorsi di cartelle per assicurarsi che le cartelle esistano, e non ci sono errori di battitura. È inoltre possibile visualizzare il report di errore eseguendo:

systemctl status httpd

Carica i file del sito

Ora che il tuo stack della lampada è completamente configurato, tutto ciò che è rimasto da fare è creare / caricare i file sul tuo sito nella cartella principale del documento specificata nella configurazione.

Come test, è possibile creare un file chiamato index.php all'interno /var/www/example.com/public_html e aggiungere il seguente codice ad esso:

<?php
  phpinfo();
?>

Quindi, quando si naviga verso il tuo IP o il dominio (se il DNS del tuo dominio è indicato sul server), ti verrà visualizzata una pagina di informazioni PHP che dettaglia la configurazione PHP sul server.

Scritto da Hostwinds Team  /  aprile 8, 2019